20th Century Boys

Di sicuro il titolo è una chiara citazione del famoso brano dei T-Rex, una nomenclatura che si addice alla perfezione al manga in questione.

L’autore, Naoki Urasawa, già pennino noto nel comicdom nipponico grazie a perle come Monster e Master Keaton, alla fine del secolo scorso propone una serie che in breve si imporrà come uno dei classici moderni più gettonati e venduti. 20th Century Boys narra le vicende di Kenji Endo, un trentenne che ha abbandonato i propri sogni da scalmanato teenager ribelle per un responsabile senso del dovere nei confronti della sorella, la quale improvvisamente ritorna a casa per lasciare alle cure di lui e della mamma la sua figlioletta di pochi mesi, scusandosi per i problemi causati e scomparendo nuovamente dalla circolazione. Kenji si ritrova, così, tra le ramanzine della madre e del rappresentante di un franchising, a mandare avanti il negozio di liquori del defunto padre e a crescere la piccola Kana mentre suona la scopa come se fosse una chitarra.

Ma la strada sembra tutta in salita. Una serie di omicidi insospettisce non solo le forze dell’ordine ma Kenji stesso, il quale ritrova per caso, nei pressi dei luoghi del misfatto uno strano simbolo composto da una mano e un occhio. Quello strano disegno apre un cassetto mentale al nostro protagonista che riconosce in esso il simbolo del gruppo di bambini con i quali era solito giocare. L’occasione per parlarne a Maruo, Yoshitsune, Croaki è data da un luttuoso incontro: il loro amico d’infanzia, Donkey, è morto lanciandosi dal tetto dell’istituto scolastico dove insegnava. Suicido, tragico incidente o omicidio? Allo stesso tempo un uomo misterioso e perennemente mascherato comincia ad aggraziarsi l’affetto e la stima dell’opinione pubblica. Quest’uomo ha fatto suo il simbolo di quei ragazzini e si fa chiamare l’Amico.

Comincia così una caccia all’uomo e un disperato bisogno di risolvere il mistero, basandosi unicamente sui ricordi di quegli adulti, che spremendo le meningi cercano di ricordare quanti più particolari di quei bambini che volevano salvare il mondo.

Lo scorso agosto, in Giappone, è stato proiettato nelle sale cinematografiche l’omonimo film tratto dal fumetto. Una trilogia dovrebbe percorre le avventure che abbiamo letto nei 22 volumi di 20th Century Boys e nei 2 di 21st Century Boys, serie volta a dipanare gli ultimi misteri dell’avventura cominciata da bambini.

Tutti i lettori del manga aspettano con trepidazione che il film in questione (fedelissimo alla edizione a fumetti) giunga in Italia. Purtroppo finora non ci sono state notizie al riguardo, e con ogni probabilità, dato il lasso di tempo che è intercorso dall’uscita in Giappone è ormai quasi impossibile che venga portato nei nostri cinema. Piuttosto è possibile che verranno acquistati i diritti per il circuito home video, ma la scommessa è aperta su chi potrà mai farci questo “dono”: la Panini (già detentrice dei diritti di pubblicazione del Manga) o la Dynit (che ha portato in Italia vari film e animazioni dall’oriente)?

see you Space Cowboys!

the Marius

AGGIORNAMENTO

Una chiacchierata con uno dei “pezzi grossi” della Dynit ha confermato la voce che la trattativa riguardo i diritti per l’Home Video dell’edizione italiana del film di 20th Century Boys vede fronteggiarsi la Panini Video e la Dynit. Meno interessata al film sembra la Yamato Video, in quanto l’oggetto della contesa non rientra nei generi pubblicati dalla casa editrice.

Annunci

~ di the Marius su novembre 2, 2008.

Una Risposta to “20th Century Boys”

  1. […] normalmente, a parte alcune belle notiziole (come avete potuto leggere nell’aggiornamento a 20th Century Boys) è tornato carico carico di grandi foto di Cosplayer. tutti italiani, tutti simpaticissimi e […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: