Da Gutsy ad Hardy

Dal 18 Aprile 2008 è disponibile la Release Candidate della versione 8.04 Long Term Support di Ubuntu: Hardy Heron. Da questo punto dello sviluppo è già possibile eseguire un aggiornamento da Gutsy Gibbon ad Hardy senza pericolo; vi ricordo che la data di rilascio ufficiale è fissata per il 24 Aprile.

Hardy Blue

  • Aggiornamento tramite shell (qualsiasi ambiente desktop):

Modifichiamo il file /etc/apt/sources.list con privilegi di superutente dando il comando da terminale:

sudo gedit /etc/apt/sources.list

Oppure:

sudo kate /etc/apt/sources.list

Sostituiamo gutsy con hardy ovunque appaia e commentiamo i repository non ufficiali (a.k.a. aggiungiamo un cancelletto # all’inizio di ogni riga contenente un indirizzo di repository non ufficiale), dopodiché salviamo il file appena modificato.
Un esempio di sources.list modificato correttamente:

#####################################
### Hardy Heron - Officials Repos ###
#####################################

## Base
deb http://archive.ubuntu.com/ubuntu/ hardy universe main multiverse restricted
deb-src http://archive.ubuntu.com/ubuntu/ hardy universe main multiverse restricted

## Updates
deb http://archive.ubuntu.com/ubuntu/ hardy-updates universe main multiverse restricted
deb-src http://archive.ubuntu.com/ubuntu/ hardy-updates universe main multiverse restricted

## Security
deb http://archive.ubuntu.com/ubuntu/ hardy-security main restricted universe multiverse
deb-src http://archive.ubuntu.com/ubuntu hardy-security main restricted universe multiverse

## Backports
deb http://archive.ubuntu.com/ubuntu/ hardy-backports universe main multiverse restricted
deb-src http://archive.ubuntu.com/ubuntu/ hardy-backports universe main multiverse restricted

## Proposed
deb http://archive.ubuntu.com/ubuntu/ hardy-proposed universe main multiverse restricted
deb-src http://archive.ubuntu.com/ubuntu/ hardy-proposed universe main multiverse restricted

## Commercial
# deb http://archive.canonical.com/ubuntu hardy-commercial main

## GetDeb
# deb http://ubuntu.org.ua/ getdeb/

Siamo pronti per l’aggiornamento! Diamo questi comandi dalla console:

sudo apt-get update

sudo apt-get dist-upgrade

sudo apt-get dist-upgrade

sudo reboot

Il secondo dist-upgrade è del tutto formale. Durante l’installazione ci verrà chiesto di sostituire alcuni file e di rimuovere dei file obsoleti: possiamo rispondere positivamente ad ogni domanda, a meno che non abbiate modificato manualmente un file importante che non avete intenzione di sostituire. L’ultimo comando riavvierà il sistema. Se tutto è andato a buon fine avremo la nostra versione di Ubuntu completamente aggiornata. In caso di problemi con le dipendenze dei pacchetti proviamo a dare questi comandi:

sudo dpkg -a --configure

sudo apt-get install -f

  • Aggiornamento tramite Synaptic (Gnome):

Digitiamo ALT+F2 ed immettiamo il comando:

update-manager --devel-release

Clicchiamo su Verifica, poi su Esegui avanzamento una volta che ci verrà notificata una nuova versione disponibile.

Synaptic Upgrade

Seguiamo le istruzioni a schermo. Durante l’installazione ci verrà chiesto di sostituire alcuni file e di rimuovere dei file obsoleti: possiamo rispondere positivamente ad ogni domanda, a meno che non abbiate modificato manualmente un file importante che non avete intenzione di sostituire. Alla fine dell’operazione vi verrà chiesto di riavviare il sistema.

  • Aggiornamento tramite Adept Manager (KDE):

Digitiamo ALT+F2 ed immettiamo il comando:

kdesu "adept_manager --dist-upgrade-devel"

Clicchiamo su Scarica aggiornamenti, poi su Aggiornamento della versione una volta che ci verrà notificata una nuova versione disponibile.

Seguiamo le istruzioni a schermo. Durante l’installazione ci verrà chiesto di sostituire alcuni file e di rimuovere dei file obsoleti: possiamo rispondere positivamente ad ogni domanda, a meno che non abbiate modificato manualmente un file importante che non avete intenzione di sostituire. Alla fine dell’operazione vi verrà chiesto di riavviare il sistema.

Thunder Teaser

Annunci

~ di Montblanc su aprile 19, 2008.

6 Risposte to “Da Gutsy ad Hardy”

  1. A breve: Nei limiti di tempo e del possibile cercherò di aggiornare ogni guida che ho realizzato, rendendole compatibili con Hardy.

  2. ubuntu è molto più facile di come è scritto nell’articolo, per passare alla versione successiva basta dare questo comando nel terminale:
    sudo update-manager -d
    si aprirà il solito programma per gli aggiornamenti con in più un pulsante per avanzare di versione.

  3. @ stica: il comando è equivalente a quello che ho fornito! Se hai letto la guida avrai notato che ho inserito anche le opzioni di aggiornamento in modalità grafica… sia per Gnome, che per KDE! 😉

  4. A proposito di “Durante l’installazione ci verrà chiesto di sostituire alcuni file “, Debian se dici si mi pare ti salvi il file vecchio come backup (ma non ricordo benissimo come, è parecchio che non ci rimetto le mani), Ubuntu fa lo stesso o il vecchio file di configurazione se ne va completamente?
    Ciao.

  5. @ mamozzi: Anche in Ubuntu i vecchi file vengono salvati con il suffisso “~“. Ad esempio, il file /etc/X11/xorg.conf, se sostituito, sarà backuppato come /etc/X11/xorg.conf~

  6. tnx

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: