KDE 4.0.0, veramente zero?

Questa volta mi trovo a recensire la release stabile del desktop semantico firmato GNU/Linux: KDE 4.0.0.

Come molti già sapranno, per desktop semantico si intende un desktop intelligente che oltre a ricercare le informazioni richieste, ne associ altre probabilmente relazionate, in modo da semplificare la vita dell’utente. Questo avviene con l’implementazione di Nepomuk-KDE, ovvero delle specifiche API di Nepomuk.

La prima versione di KDE 4 è stata rilasciata lo scorso 11 Gennaio. Lo ammetto, sebbene abbia completamente tradotto la pagina ufficiale riguardante la compilazione avanzata di KDE 4, non mi sono mai cimentato in essa (ho i miei buoni motivi) e ho preferito attendere che i depositi di Ubuntu rendessero disponibili i pacchetti della versione stabile.

Ciò che mi sono trovato davanti agli occhi, dopo “tanto brusio tra i corridoi”, è stato qualcosa di orribile.

Istintivamente l’occhio è caduto sul Kicker: una macchia nera candita di un pulsante K, un orologio digitale, un notificatore di dispositivi, e il manager dei desktop. Mi viene normale cliccare con il pulsante destro sul Kicker, ma di opzioni non se ne vede neanche l’ombra, a parte quella di mostrare suggerimenti. In alto a destra, una tavolozza: ci passi sopra con il mouse e appare un’unica opzione: quella di aggiungere plasmoidi. A parte che mi sembra un po’ inutile far apparire un pulsante per aggiungere plasmoidi quando è l’unica opzione disponibile all’interno della tavolozza; basterebbe cliccare sulla tavolozza, no? Ho reputato i plasmoidi un’idea geniale; sarà che sono veramente attratto dall’utilità dei widget. Peccato che le opzioni di ridimensionamento e rotazione dei plasmoidi, quando non correttamente calibrate, rendano tutto ancora più scattoso di quanto non sia già oltre a rendere i plasmoidi, giustamente, sgranati e orribili da vedere.

In tutto ciò sono rimasto piacevolmente sorpreso dal passaggio dal classico blu che ha sempre contrassegnato KDE con il bianco platino di KDE 4 e dalle bellissime icone Oxygen. Il Menu K sembra veramente pulito e ordinato: è semplice ed intuitivo, e rende qualsiasi cosa a portata di mano. Ovviamente, ho riscontrato dei problemi anche qui: spesso vi è un lag più o meno lungo mentre si naviga fra le applicazioni, cosa che non accadeva con il classico Kickoff di KDE 3.5, inoltre non è sempre corretto il misuratore di spazio occupato dai dispositivi.

Dolphin continua a sembrarmi un’ottima alternativa a Konqueror, il menu Informazioni è straordinariamente impeccabile e soddisfacente e navigare fra le cartelle con le icone Oxygen mi sembra addirittura più “divertente”.

Passo immediatamnete agli effetti desktop di KWin 4. Schifo, davvero. Mi sarei aspettato molto di più. Per il momento mi vien solo da dire che chi ha detto che KWin 4 sostituirà Compiz abbia pronunciato le ultime parole famose. Gli effetti, abilitabili all’interno delle Impostazioni di Sistema di KDE4, si appoggiano su OpenGL o XRender. In entrambi i casi c’è scattosità e lentezza quasi ovunque e le texture sono penose.

Phonon è stata un’altra incredibile delusione. Basta che il beep di un evento sostituisca per un secondo un altro che Phonon comincia a credere che la periferica audio non funzioni e passa la priorità alla seconda scheda disponibile. Riportare la scheda audio principale come predefinita tra le impostazioni di Phonon (discutibile, anche questo) non risolve il problema e ho bisogno di disconnettermi dalla sessione e accedere nuovmente a KDE 4.

Devo dirlo chiaramente: il rilevatore dei dispositivi d’archiviazione non funziona. Appena inserisco una pendrive mi viene immediatamente aperta una finestra di notifica in basso a destra sul Kicker, dandomi come unica opzione quella di aprire il volume vfat con Dolphin. Nulla. Devo navigare nel Kickoff per cercare la pendrive e cliccarla, che poi mi si apra il volume con Konqueror di KDE 3.5 è un’altra questione. Il notificatore dei dispositivi a questo punto sembra morto: non è disponibile nemmeno il comando per espellere il volume. Ritorno così in Kickoff, per selezionare Eject, rimuovo la pendrive e… lo schermo diventa completamente bianco, ed ecco che appare una notifica al centro dello schermo per avvertirmi che KWin è crashato.

Il pannello delle impostazioni di sistema contiene talmente tanti bug che in questo momento mi sarebbe impossibile determinare quante volte systemsettings ha ricevuto il segnale SIGABRT. Devo notificare anche una inspiegabile incopatibilità tra il Wallet e Kopete, che ha deciso di non connettersi a niente. Miglioramenti visibili, invece, per Konqueror 4, che continua a rivelarsi un componente fondamentale di KDE.

Insomma, sono state molte più le delusioni che le sorprese. Vi ho parlato di una mia esperenza e delle mie impressioni, perciò qualcuno potrebbe non concordare, ma vi invito comunque a postare le vostre esperienze e a confrontarle. Bisogna anche tener conto, però che è la prima release di KDE 4, ed è probabilmente normale che sembri di trovarsi di fronte ad un progetto più beta che stabile (sarà per questo che il nome in codice del primo snapshot sia “Krash”?). Chiunque è pertanto invitato a continuare ad usare KDE 3, ma può sempre provare KDE 4 da Live CD o ad installarlo sulla propria distribuzione per scopo di puro testing. Una buona notizia è che lo sviluppo di KDE 4 sta andando a gonfie vele, e vedremo la versione 4.1 di KDE a Luglio 2008.

Prossimamente vi terrò informati sullo sviluppo di Amarok 2! Ciao!

Thunder Teaser

Annunci

~ di Montblanc su gennaio 26, 2008.

4 Risposte to “KDE 4.0.0, veramente zero?”

  1. Hem stavolta nn ci ho davvero capito un’acca

  2. gli articoli di tandertìser sono per i geek… e dato che tu sei un trespolo e non un geek, sei autorizzato a nn capire 😛

  3. E mica tanto…

  4. Vuoi dire che non è tanto trespolo?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: