Ormai troppo tutto fa brodo in tv

Come ogni anno l’incombente mondo dei reality torna a creare nuovi e sempre più evidenti stupidi.
Scusate la mia schiettezza, ma quando ci vuole, ci vuole.

L’Isola dei Famosi, o meglio, l’Isola degli Sconosciuti: ormai sono pochissimi i personaggi veramente noti nel mondo dello spettacolo, altri sono vecchie salme che disperate cercano con ogni mezzo di ritrovare la loro notorietà perduta, rendendosi sempre più ridicoli. Ma non è l’unico reality in circolazione. Facendo zapping in tv subito notiamo un attesissimo ritorno di Amici!

15000 aspiranti si sono presentati ai provini, di questi ne sono stati selezionati 5000, successivamente ne sono sopravvissuti 2000 per finire poi con 90 concorrenti. Ma questi giovani non hanno nessun altro impegno? La tv italiana ormai straripa di meteore lanciate in orbita dai reality. Ormai è così, il talento non basta, anzi non serve affatto, se sei bello (e stupido) allora sei perfetto per la “tv”, e soprattutto per il reality per antonomasia: Il Grande Fratello.

Anche quest’anno ci toccherà ogni Giovedì vedere che ci sono sempre più persone incompetenti e con un bel faccino da riccone che vogliono fare i VIP: Very Ignorant Person! La cosa più ridicola, poi, è quando questi, usciti dai reality, diventano in seguito perfetti sconosciuti, e a loro volta tornano in altri reality per, come dicevamo prima, ritrovare la loro notorietà perduta.
E tutti questi poveri precari della tv dove vanno a finire? Ovviamente a Buona Domenica, il programmache dà da mangiare a tutti e che accoglie chiunque.

Perché poi vuole trattare argomenti e tematiche sempre molto difficili e “particolari”? È inutile, il programma arranca in ogni modo un livello intellettivo abbastanza alto, ma che a stento arriva alla soglia minima consentita, proprio perché nasce come programma di intrattenimento è meglio che continui ad intrattenere con i suoi trenini, la loro Carmen Russo, il loro bellimbusto Bettarini e la loro “presentatrice” Paola Perego.

Ma per piacere! Adesso ditemi dov’è il talento o almeno il cervello! Non sarà mica nascosto? Si ammetta che sanno nascondere molto bene tutto ciò da una bella manciata di silicone e protesi. In fondo, come dice Chiambretti: “Tutto fa brodo in TV, ma troppo tutto“!

The Real Dreamer

Annunci

~ di Montblanc su ottobre 25, 2007.

11 Risposte to “Ormai troppo tutto fa brodo in tv”

  1. Reality, programmini della domenica reiterati ad ogni ora ogni giorno, date al popolino sangue e sesso che lo teniamo buono… e intanto il più assoluto, assordante silenzio cala inesorabile sulle cose veramente importanti (tanto per fare qualche esempio: i governi di destra-centro-e-sinistra che continuano a mangiare allegramente soldi, fondi e risorse quando c’è gente che non arriva alla fine del mese, il giornalismo che si autocensura per paura di riferire la notizia sbagliata offendendo tizio caio o sempronio, certa cronaca-spazzatura spacciata a piene mani per mascherare i vuoti della cronaca vera ecc ecc). Citando qualcuno ultimamente sulla cresta dell’onda, ho una sola cosa da dire:
    VAFFANCULO!

  2. Il reality è l’oppio del teleutente.

  3. Non ho la tv da 3 anni e vivo veramente bene 🙂

  4. io ormai proprio nn la guardo più… appena appena i simpson ogni tanto :mrgreen:

  5. Non ho la tv da 19 anni. Mi hanno diagnosticato una forma acuta nonché cronica di dvd-dipendenza e sono sempre l’ultima a sapere che cambiano colore alle fontane. Ma a parte questo (e a parte le citofonate alle otto del mattino della mia vicina che continua ad affermare che le mie piante scolino nel suo balcone) vivo veramente bene 🙂

  6. e per questa monnezza ci fanno pagare anche il canone!!! ma vi rendete conto della presa per il culo colossale ?

  7. piuttosto, vi rendete conto c’è gente che è CONTENTA di pagare il canone per questa monnezza?
    ergo: è contenta della MONNEZZA. il canone mi sa che non lo paga quasi nessuno :mrgreen:

  8. Effettivamente la tv sta sempre più degenerando nello squallore più assurdo, ma tuttavia ci sono sempre più ignoranti che godono e applaudiscono tutto questo. Il problema è che infondo questi programmi continuano ad avere un indice di ascolto sempre alto e giustamente i produttori ci fanno soldi, quindi è un business che circola molto bene alle spalle di poveri stupidi. Quando poi si cercano di fare programmi intelligenti il risultato è un poverissimo indice di ascolto quindi si chiude il programma. Alla fine la tv italiana rispecchia forse la maggior parte della popolazione italiana.

  9. Al/la vero/a sognatore/trice qui sopra ^ : vero, tristemente vero, gli indici d’ascolto regnano sovrani incontrastati con -a mio parere- un bell’incentivo al ribasso della qualità, ma non sarebbe ora che ci svegliassimo tutti quanti?! Scusa il gioco di parole non voluto con il nickname che hai scelto.
    Come diceva Carrey in uno dei suoi film, “spegnete il grande baby-sitter!”.

    Riguardo al canone…. SVEGLIA, GENTE!!!
    Pensate davvero che la tv privata sia gratuita?! Chi credete che paghi le tonnellate di pubblicità con cui infarciscono i programmi?! Noi, ogni volta che facciamo la spesa. E adesso non venitemi a dire “Ma io non compro la roba pubblicizzata in tv” perchè a) non è vero, b) forse pensate che sia vero, senza sapere quante connessioni ci sono in realtà tra i produttori di questa “roba”.

  10. Pienamente d’accordo con te….
    Ps: sono maschio!:)

  11. …e credo che sia anche l’autore dell’articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: