Final Fantasy, come stai?

Dopo ben 20 anni direi ottimamente, anche se la software house ha incontrato alti e bassi. Quanti come me hanno seguito la famosissima saga almeno dai tempi dello SNES possono dire con fermezza che le storie del cristallo non hanno mai smesso di brillare. Dal 1986 la Squaresoft (adesso Square-Enix) ha realizzato videogiochi di qualità incontestabile che definire capolavori sarebbe dir poco, e non sto assolutamente esagerando. La Square ha proposto delle compilation che includono titoli non solo appartenenti all’ambiente videoludico, per far contenti i fan, per far contenti i collezionisti, per far avvicinare videogamer di nuovo stampo alla saga, per far riavvicinare chi (ahimè) l’ha momentaneamente abbandonata. Vediamo insieme cosa sta succedendo attualmente.

L’ultimo grande titolo, Final Fantasy XII, ha addirittura un sequel (no, se state pensando a qualcosa tipo Final Fantasy XII-2 uscite immediatamente da questo sito!) per il piccolo gioiellino Nintendo: Final Fantasy XII: Revenant Wings sarà un gioco di strategia in tempo reale (prendete ad esempio Heroes of Mana). È già disponibile in versione giapponese anche in bundle con un Nintendo DS Lite personalizzato.

Revenant Wings è inoltre il primo della compilation Ivalice Alliance. Come la Compilation of Final Fantasy VII include Final Fantasy VII: Advent Children (un’attesa di proporzioni enormi per una delusione di proporzioni colossali), Final Fantasy VII: Dirge of Cerberus per PS2 (c’è a chi è piaciuto), Final Fantasy: Crisis Core per PSP (finalmente disponibile in Giappone, a breve anche tra le nostre mani!) e gli episodi per cellulare, questa compilation include invece la parte strategica della storia ambientata ad Ivalice: per gli amici, Final Fantasy Tactics. A chi è rimasto nel cuore l’episodio raccontato su PlayStation per la prima volta nel 1998 sarà contentissimo di sapere che per PSP sta arrivando un remake chiamato Final Fantasy Tactics: The War of the Lions (già disponibile negli USA) arricchito da nuovi job, nuovi personaggi segreti (e qui me la sghignazzo; a buon intenditore poche parole…), grafica ovviamente in 16:9 e splendide cutscenes in cel shading del tutto inedite. Se invece siete rimasti colpiti dal piccolo cristallo per Game Boy Advance, Final Fantasy Tactics Advance, gioirete più di quanto abbiate gioito nel sapere che il XII capitolo sarebbe stato ambientato ad Ivalice: il sequel ufficiale, Final Fantasy Tactics A2: The Sealed Grimoire sarà presto disponibile per Nintendo DS. Ci saranno nuovi personaggi principali (Luso, Adel e Hardy), una nuova razza (Gria, razza umanoide femminile con corna e ali da drago), nuove classi e, chiaramente, nuove tecniche e nuove location. Giocare ai Tactics con il pennino del DS non ha prezzo, per tutto il resto c’è Master Card (scusate). Chiaramente, essendo la compilation ambientata ad Ivalice, ci saranno apparizioni di personaggi di rilievo da gioco in gioco.

Vogliamo parlare dei “grandi classici”? Per Game Boy Advance sono già disponibili Final Fantasy IV, V (finalmente anche da noi!) e VI con delle apprezzabili aggiunte e, ancora recuperabile, Final Fantasy I&II: Dawn of Souls. Per Nintendo DS è disponibile anche in italiano Final Fantasy III DS (capitolo giocabile per la prima volta in Europa) ed è stato annunciato anche Final Fantasy IV DS, che seguirà gli adattamenti già usati dal III capitolo, ovvero grafica in 3D, compatibilità con il touch screen e con la Nintendo Wi-Fi Connection e sicuramente qualche dungeon e personaggi in più. Un’altra compilation che, a quanto pare, sta debuttando anche in America (e speriamo il prima possibile anche in Europa), è la Final Fantasy 20th Anniversary Compilation che include, appunto, Final Fantasy IV DS, Final Fantasy I e II per PSP (con lo stesso sistema adottato per GBA, ovvero la meccanica di gioco simile ai capitoli per SNES – vedi MP – e grafica migliorata per il formato panoramico), Final Fantasy XII: International Zodiac Job System (facente parte anche della Ivalice Alliance, una versione migliorata del dodicesimo capitolo che includerà un Job System con i segni zodiacali; gli effetti sono simili a quelli già visti per il primo Tactics; probabilmente, però, non lo vedremo fuori dai confini orientali) e Dissidia -Final Fantasy-, che definirei la “sorpresona” sfornata dalla Square. Dissidia -Final Fantasy- sarà un Action RPG per PSP che includerà alcuni personaggi da tutte (o quasi tutte) le serie di Final Fantasy (ora, se state pensando a Kingdom Hearts, mettetevi in castigo in un angolino! Subito!).

È chiaro, lo avete già visto in Final Fantasy X con l’abbandono dell’ATB (Active Time Battle) e nel XII con il Gambit System e la conseguente eliminazione degli incontri casuali: il sistema di gioco sta cambiando sempre più. Non possiamo certo biasimare la Square-Enix: c’è bisogno di dinamiche di gioco fresche, di non battere e ribattere sempre sulle stesse cose (qualcuno ha detto Sonic?). La Square tiene tantissimo ai propri fan, e lo vediamo da quante compilation (e per quante console!) sta sfornando. Per i nostalgici ci sono i classici, mentre per tutti c’è la storia che prosegue, il cristallo che splende di luce nuova e vigorosa. E, a proposito di cristalli, Fabula Nova Crystallis è l’ultima compilation annunciata che vedremo verso la fine del 2008. Include Final Fantasy XIII e Final Fantasy XIII: Versus per PlayStation 3 e Final Fantasy Agito XIII per cellulare (conoscendo i precedenti, credo sarà per modelli unicamente giapponesi). Internet è strapiena di trailer e di spezzoni di gameplay test: questa volta ci sarà sempre più poco in comune con il resto della saga, ma non temete: Cid, i Chocobo e i Moogle non ci abbandoneranno mai! E, parlando di Chocobo, se avete un debole per questi volatili paffuti e simpaticissimi date un’occhiata a Final Fantasy Fable: Chocobo Tales per Nintendo DS!

Vi state chiedendo perché non ho parlato del VII, dell’VIII e del IX capitolo? La Square-Enix sta continuando a fornire copie, quindi chi non ce li ha può ancora trovarli in vendita online e nei migliori negozi. Il IX capitolo, in particolare, è il mio preferito (ebbene sì, anche io sono un nostalgico…) e lo consiglio a chiunque. Anche questi capitoli hanno fatto la storia, soprattutto Final Fantasy VII che, a proposito, vedrà un restyling per PS3 in futuro. Ma queste sono solo voci di corridoio; nel caso in cui ciò dovesse accadere, il gioco farà sicuramente parte della medesima compilation che celebra i dieci anni di Final Fantasy VII. Molti sono rimasti affascinati dall’ottavo capitolo descrivendolo il migliore in circolazione. Non sono del tutto d’accordo, ma sicuramente non è un gioco che merita di passare inosservato.

Per quanto riguarda l’XI capitolo, oltre al fatto che esistono ormai tre espansioni ed è disponibile per PC, PS2 e Xbox 360 non c’è null’altro da dire. A me non piacciono molto i MMORPG, ma poco fa ho ricevuto un sondaggio via mail dalla Square-Enix, chiedendomi come mai non vi avessi mai giocato. Sono stato contento di vedere che una delle opzioni era “Non è disponibile per la mia piattaforma”, chissà, magari prima o poi lo vedremo in formato nativo per GNU/Linux e allora, forse, lo proverò. Intanto, continuiamo a sognare!

A chi è piaciuto Final Fantasy Crystal Chronicles per Nintendo GameCube non vorrà farsi sfuggire FFCC: Ring of Fates per DS e FFCC: Crystal Bearers per Wii, in arrivo a fine 2007 in Giappone.

Per i deboli di cuore: papà Hironobu è momentaneamente out of service. Forse non ha più storie da raccontare o ha deciso di prendersi una pausa, ma il grande Tetsuya Nomura (lo conoscete sicuramente come character designer e disegnatore degli splendidi loghi di ogni titolo) sta attualmente facendo le sue veci e, per chi conosce il tipo, sa che Sakaguchi-san non poteva scegliere persona più adatta alla mansione. Nobuo Uematsu, rinomatissimo compositore che ha curato da solo e con indiscutibile maestria i temi musicali della saga fino al X capitolo, dopo aver lasciato la Square-Enix e fondato la Smile Please Co., Ltd. ha promesso che continuerà a comporre colonne sonore per la Square-Enix, sebbene, come abbiamo visto nell’XI e XII capitolo sia stato affiancato da altri compositori. Di sicuro non ha terminato il suo repertorio, ma vederlo affiancato a nuovi compositori in ricerca di un nuovo sound è comunque una gioia per le orecchie.

La strategia delle compilation è sicuramente una strategia vincente, non resta che sbavare nell’attesa di mettere le mani sui prossimi capitoli della Ivalice Alliance e attendere con fermezza l’acclamatissimo XIII capitolo. Confidiamo nella Square-Enix e speriamo veramente che una delle saghe più belle del mondo non abbia mai fine!

Thunder Teaser

Annunci

~ di Montblanc su ottobre 12, 2007.

Una Risposta to “Final Fantasy, come stai?”

  1. […] di Thunder Teaser! Prima di lasciarvi all’ultimo trailer realizzato, vi voglio ricordare di questo post da consultare per conoscere i (quasi) recenti sviluppi della saga di Final Fantasy. Thunder […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: