Frank Miller, “300”

“Sono un ambasciatore, re Leonida, questa è blasfemia, è follia!”
“No…Questa è Sparta!”

Il dolore al petto dell’ambasciatore non è dovuto solo allo stivale di Leonida: è la vista del bordo del pozzo che si allontana a fargli stringere il cuore.
Sta cadendo nel baratro, dove la luce ha paura di entrare e gli dei non guardano mai.

L’ambasciatore cade e Frank Miller ride – ride di gusto il fottuto bastardo, perchè è un genio, e lui lo sa.
La battaglia delle Termopili, sconosciuta a molti ma storia vera, vede Persia contro Sparta, ma è un suicidio, trecento Spartani contro gli infiniti Persiani guidati da Serse, una carneficina.

“Leonida, torna col tuo scudo, o sopra di esso…”

Scontro epico, da ballate classiche, da versioni di Latino che ti fanno sudare e accasciare sul banco in una mattina di compito in classe, scontro narrato come storia, narrato come “Fatto”. Eppure Miller resiste, affronta l’argomento e, come suo solito, spara nel petto del mondo.
Il Miller di Sin City, di Marv, di Hartigan. Il Miller di: “Gli tolgo le sue armi, tutte e due…”.
Il Miller di Batman: Il Ritorno del Cavaliere Oscuro, il Miller di: “Da qui ci sono sette posizioni di difesa…”.
Il Miller di tutto il resto, da Robocop (sua anche la sceneggiatura del secondo film di Robocop… ce ne resta un 10%, tagliato manco fosse stato dal barbiere) a Ronin, da Batman:Year One a Devil: Born Again.
Si è impegnato e ha sfondato anche con l’epica.

“The thousand nations of the Persian empire descend upon you! Our Arrows will blot out the sun!”
“Then we will fight in the shade…”

Già la forma del volume ti colpisce: orizzontale, mai visto uno simile, e sulla copertina il profilo di lui, Leonida, re spartano che guiderà i suoi… fino alla morte, se necessario.

“Spartani, fate colazione e gustate il vostro cibo, perché stanotte ceneremo all’inferno!”

I colori sono eccezionali, un matrimonio al pari di quello Ennis/Dillon del dissacrante Preacher.
Ché poi, di matrimonio si tratta: l’illustratrice è Lynn Varley, compagna di vita del nostro caro Frank.

Miller.
Una parola, un nome, un uomo folle, non c’è bisogno d’altro.
A breve il film di quest’opera. Da fumetti ne fanno ormai a quantità industriale, ma il trailer promette bene.
Gli si affianca Zack Snyder per la pellicola, suo “L’alba dei morti viventi” – non un capolavoro, ma del resto Rodriguez prima di “Sin City” è stato il regista di “Spy Kids”.
La garanzia sta nell’avere Miller stesso alle spalle.
Ottima impressione, giusti gli attori Gerard Butler/Leonida (visto in Tomb Raider e Il Regno del fuoco) e Rodrigo Santoro/Serse (Ultima serie di Lost), stile complessivo non lontano dal fumetto.
Il nove marzo l’uscita nelle sale Americane, lo attendiamo con ansia aspettando di vedere marciare gli spartani davanti ai nostri occhi, aspettando cozzate di spade contro scudi, aspettando di cenare al desco di Leonida.

Frank Miller, sei un fottuto genio del cazzo.

Francesco Marino,
meglio conosciuto come Ciccio

Advertisements

~ di Charlie Brown 666 su febbraio 21, 2007.

5 Risposte to “Frank Miller, “300””

  1. Un mattino me ne andavo a spigolare
    quano vidi una barca in mezzo al mare.
    Era una nave Persiana
    e recava un Serse di colore.
    Eran trecento,
    eran giovani e forti
    e sono morti.

  2. alla fine li avevano attorniati… pensate se a quel punto invece delle spade avessero cacciato i mantelli e fatto un cappottone mondiale a tutti!

  3. Oh che bello.
    Thankese a voi per aver pubblicato me medesimo.
    See you on the PippaMentis road.

  4. il cappottone mondiale è il lutto peccato ke nn sia venuto in mente a miller

  5. w la donna capra nella corte di re Serse……

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: