Una nuova lotta allo standard

Chi si ricorda cosa successe tra VHS, Betamax e Video2000 sicuramente ne capirà qualcosa. La nuova generazione dei DVD si presenta in due versioni: Blu-ray Disc e HD-DVD, il primo proposto dalla Sony e l’ultimo da NEC, Toshiba e Sanyo. Il primo ci è stato presentato come un supporto capace di memorizzare fino a 25 GB di dati in singolo strato e fino a 50 in doppio strato; la tecnologia adottata è un laser a raggi blu capace di incrementare lo spazio massimo registrabile su un disco. Il secondo è un dvd dalle capacità di 15 GB per il single layer e di 30 per il dual layer. Entrambi supportano gli stessi formati di compressione video, anche se saranno sicuramente le case discografiche a decidere quale sarà il supporto più appropriato a diventare uno standard; per adesso la preferenza sembra rivolta al Blu-ray poiché i costi di produzione di questi dischi sembrano più bassi di quelli relativi all’antagonista. Tuttavia sorgono dei problemi per quanto riguarda la registrazione su supporti a 50 GB e in multisessione, e le protezioni utilizzate per i contenuti sembrano non essere efficienti quanto quelle di un HD-DVD. Intanto la tecnologia Blu-ray è già stata implementata nella PlayStation3 ed è in fase di sperimentazione un supporto a ben 8 strati (200GB), mentre l’HD-DVD ha raggiunto la vetta massima dei 45 GB con “soli” tre strati. C’è da dire che il rivestimento protettivo dei Blu-ray sembra veramente una gran cosa, ma a causa della strana forma dei dischi ogni riproduttore Blu-ray non sarà retrocompatibile.

I costi per i riproduttori, sia interni che da tavolo, sia per una che per l’altra tecnologia, per adesso sono veramente esagerati: costano oltre gli 800 euro. È inutile che dica che una innovazione in campo tecnologico non potrà definirsi un progresso finché quella data tecnologia non diventerà accessibile a tutti. Per adesso non credo che dovremmo riferirci a questi due nuovi supporti come dei dischi adatti al backup o all’archiviazione dei dati, dato che ora come ora un DVD-R costa molto meno di un pezzo di pane, e acquistarne in sufficienza per raggiungere una capacità abbastanza elevata da soddisfare le proprie esigenze non è un problema. Senza dire che ai tempi odierni anche lo sterco di cavallo saprebbe leggere dei dvd… ok, non esageriamo!

Consiglio vivamente di approfondire il discorso leggendo gli articoli relativi ai nuovi supporti di archiviazione su Wikipedia (clicca qui per il Blu-ray e qui per l’HD-DVD), per essere informati sugli ultimi sviluppi.

A questo punto voglio proporre un sondaggio: QUALE SUPPORTO, SECONDO VOI, HA MAGGIORI PROBABILITÀ DI SOSTITUIRE IL CLASSICO DVD?

Conoscendo la situazione attuale direi di essere per l’HD-DVD, anche se spero che in futuro potremo godere di un supporto capace di darci la maggior qualità a prezzi non troppo elevati. E il VHS non era tra i migliori…

Thunder Teaser

Annunci

~ di Montblanc su febbraio 15, 2007.

18 Risposte to “Una nuova lotta allo standard”

  1. \ò io voto Betamax… 😀

  2. Sì, il massimo dell’innovazione!!! 😀

  3. Io voto per IL CAZZO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Quello legge e supporta tutto e ha un limite di circa 50 anni

  4. massi fuori… \ò

  5. Antonio calass a ‘scell!

  6. io voto per i durex 😀

  7. Scommettiamo che il Blu-ray farà la stessa fine degli UMD Video?

  8. Io voto per il fonografo!!!

  9. Ok, da quanto ho capito state bene con i DVD… ^^

  10. Ridatemi il betamax!!! ahahahah :-p

  11. PS. Effettivamente dovrà passare tanto tempo prima che uno dei due diventi uno standard… ma a questo punto mi sorge il dubbio: vista la velocità con cui vengono messe sul mercato nuove tecnologie… se nel frattempo escono fuori soluzioni storage migliori? Esiste pure secondo voi il rischio che il vincitore tra Blue-ray e HD-DvD diventi uno standard “nato obsoleto”?

  12. (nuova conoscenza dice): beh fondamentalmente non me ne fotte un cazzo…caro mikè, il tutto secondo me è una gran porcata…di fatti penso ke entrambi i supporti hanno pro e contro…ciò ke c’è da considerare sono i costi lordi di questo passaggio.(punto)[da leggere così]

  13. @ Fruskio: secondo me non ci vorrà molto dempo per definire uno standard, ma per renderlo disponibile a tutti con prezzi competitivi. Secondo me il discorso sull’obsolescenza è vero solo in alcuni punti: la tecnologia è in rapida evoluzione, ma quando usciranno supporti che supereranno l’HD DVD e il Blu-ray dovremo comunque attendere che la nuova tecnologia diventi usufruibile da tutti.

    @ nuova conoscenza: beh, in effetti è proprio così: ognuno ha i suoi pro e i suoi contro, ma è inevitabile che tra un bel po’ di tempo avremo un lettore in casa e decine di futuri supporti standard… D’altronde non è come il discorso XP/Vista: prima o poi sentiremo la necessità di passare ad un supporto migliore con una capacità più elevata, mentre ora come ora Vista non ti offre niente in più di XP.

  14. “C’è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti. ”
    Henry Ford.

  15. Appunto.

  16. Ah, punto.

  17. BE-TA-MAX! BE-TA-MAX!

  18. Bedda Matrix!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: