Il Ritorno degli (altri) Eroi

“Nel giorno più splendente,

nella notte più profonda

nessun malvagio sfuggirà alla mia ronda.

Colui che nel male si perde

si guardi dal mio potere:

la Luce di Lanterna Verde!

  Sono seduto nella mia stanza adorna di orpelli d’ogni sorta e sorretta da spire di fumetti e colonne di disegni e non posso far altro che pensare a quanto si sia arricchita l’editoria fumettistica italiana negli ultimi mesi. Quasi inconsciamente digito “Green Lantern” su Google-immagini, sono in cerca di Hal Jordan. Si, l’evento di cui vi sto parlando è il ritorno delle testate DC in Italia. Non parlo della Democrazia Cristiana, Ma della “Distinta Concorrenza” della Marvel. E sembra che sia così anche in Italia. Già perché il colosso spagnolo Planeta DeAgostini s’è aggiudicato l’appalto – e i diritti di stampa – di Superman e soci, inondando in pochi mesi edicole e fumetterie di volumi e serie.

Forse perché ci si era abituati a leggere le sole avventure dell’universo Marvel, o forse perché le serie DC sembravano morte da circa dieci anni, ma un ritorno così ha avuto un grande effetto positivo sui drogati di supereroi come me e su chi, ormai, passava le giornate sfogliando i soliti vecchi albetti in attesa di tempi migliori. Ma non tutti cantano vittoria. Sicuramente un ingresso così spavaldo ha fatto tremare i dirigenti della Panini Comics, produttori degli eroi che ormai siamo abituati a vedere nelle edicole. Si vocifera, e qui cominciano i gossip, che la Planeta sia entrata nel mercato italiano per “vendetta” dato che a suo tempo la Panini le aveva pestato i piedi. Ma sono solo dicerie da portinaia.

Una valanga di ballon tale non si vedeva dalle guerre editrici di metà anni novanta, quando le testate nascevano e morivano, anche quelle che si davano i dirigenti. Una decina di serie all’attivo e un bel numero di volumoni fanno bella mostra di sé sugli scaffali dei comic shop italiani. Un’unica pecca per il lettore: vuoi per la fretta, vuoi per il solito errore di considerare l’italiano e lo spagnolo due lingue troppo simili, gli errori di traduzione sono frequenti. Ma pian piano si sta rimediando anche a questo. In soccorso è giunto lo staff della Magic Press che si sta dando da fare di matto per rimediare agli innumerevoli passaggi inglese-spagnolo-italiano. Ecco perché non trovavate più WildStorm, Planetary e Authority da un po’ di tempo. Ma abbiate solo un po’ di pazienza, giovani.

Per gli amanti di Hellblazer e della sezione Vertigo in Generale, è stato annunciato che la serie Vertigo presenta proseguirà con la solita numerazione, proprio da dove s’era fermato. Sembra che gli spagnoli facciano sul serio. E intanto noi che facciamo? Personalmente, continuo ad appagare la mia voglia di approfondire Lanterna Verde e di leggere di tanto in tanto le avventure del nonno dei supereroi, nell’attesa di poter avere tra le mani una bella serie del Cavaliere Oscuro.

The Marius

Annunci

~ di the Marius su febbraio 1, 2007.

5 Risposte to “Il Ritorno degli (altri) Eroi”

  1. Non so perchè, ma sento tanta ma tanta puzza del Ragno… e non sto parlando del tizio in calzamaglia morso a suo tempo dall’aracnide radioattivo…

  2. Si, capisco cosa intendi. Il ragno morso da un uomo radioattivo acquisendone l’avidità, l’egoismo, la mancanza di scrupoli.
    Effettivamente si era a digiuno del Dc Universe da circa dieci anni. E per quelli, come me, abituati al Marvel Universe, incappare per la prima volta nel mondo di Supes e Bats lascia spiazzati. Anche se cronologicamente i tempi sono odierni, nel DCverse i costumi dei personaggi raramente cambiano (e se lo fanno, è di poco) facendoti ritrovare in un mondo attuale ma con eroi con design retrò. Un’altra cosa molto differente dal Marvelverse è il “senso della famiglia” che hanno gl eroi. Faccio un esempio: il primissimo Lanterna verde reputa suoi “figli” le Lanterne Verdi successive, anche se non hanno in comune nient’altro che il nome. Tutti questi personaggi “nuovi” fanno gola. Un pò meno i costi. Si, perchè i prezzi della Planeta sono sballatti. Puoi trovare un volume di 48 pagine a 10 euro e, allo stesso tempo un altro di 128 a 5.

  3. Il Ragno con l’arteriosclerosi… allegria…

  4. Giornata di risacca anche per te?

  5. brafo the marius!
    vai di dc de brutto!^^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: