Adventure Returns

Hit the RoadThe Curse of Monkey IslandDay of the TentacleFull Throttle

Memorie, nostalgia, aspettative.

~PASSATO~

La LucasArts, precedentemente conosciuta come Lucasfilm Games, nacque come progetto alternativo di George Lucas, autore di Star Wars e Indiana Jones, editi dalla stessa Lucasfilm. Il merito da attribuire a questa compagnia, molto più dei giochi ispirati a Star Wars, è la creazione dello SCUMM (Script Creation Utility for Maniac Mansion), progettato nel 1987 inizialmente per lo sviluppo di Maniac Mansion e successivamente riutilizzato in tutte le avventure grafiche successive quali Loom, Monkey Island, Zak McKracken e Indiana Jones, per nominarne alcune. Avventure grafiche ne esistevano già: la Sierra aveva realizzato il genere nel 1980 con il gioco di debutto per Apple II Mystery House, ma i comandi venivano impartiti da tastiera con istruzioni semplici quali “TAKE KEY”, OPEN DOOR” e così via. La genialità dello SCUMM è stata quella di rendere il gameplay più intuitivo e immediato grazie all’utilizzo del mouse: a schermo appaiono dei comandi sui quali cliccare per eseguire l’effetto desiderato su oggetti presenti nell’ambientazione o nell’inventario; in pratica basta cliccare su “Usa”, successivamente cliccare la chiave presente nell’inventario e sulla porta. Il comando è equivalente a “USA CHIAVE CON PORTA”. L’invenzione dello SCUMM implicò la forgiatura del genere di Avventure Punta e Clicca. Ogni Avventura Grafica della LucasArts eccelleva in trama, grafica, umorismo, gameplay, colonna sonora, caratterizzazione di personaggi, dialoghi, scenografie… praticamente in TUTTO. Il merito va in gran parte a questi uomini: Ron Gilbert, Steve Purcell e Tim Schafer.

Chi non ha mai sentito parlare di Monkey Island? Questa serie ha riscosso un successo a dir poco incredibile; a chiunque vi abbia giocato saranno sicuramente rimaste nel cuore le avventure dell’aspirante pirata Guybrush Treepwood con tutte le risate, la scenografia mozzafiato, le ore passate a capire cosa fare per proseguire, le battaglie a suon di “risposta pronta” e… le scimmie a tre teste (che c’è? Se non avete mai giocato a Monkey Island non avete il diritto di guardarmi così!). I metallari gridarono al miracolo quando lessero sulla copertina di Full ThrottleA Heavy Metal Adventure by Tim Schafer“. Le migliori ore che abbia mai passato al computer, insieme a Monkey, sono state quelle con Day of the Tentacle (Maniac Mansion II) e Sam & Max: Hit the Road. Il primo è il seguito del primissimo gioco SCUMM: tre amici divisi tra passato, presente e futuro incontreranno personaggi storici e i loro rispettivi nipoti e pronipoti per salvare il mondo dalla minaccia di Tentacolo Viola. Il secondo una coppia di investigatori schizofrenici in missione, precedentemente apparsi solo in fumetto (in seguito in cartone animato trasmesso su Fox Kids), tra battute e scene demenziali e provocatorie. Le avventure della LucasArts sono sempre state caratterizzate da quell’atmosfera delirante, magica, stramba, ma sempre unica che ha confermato il successo dei Punta e Clicca.
La LucasArts abbandonò il supporto allo SCUMM durante lo sviluppo di Grim Fandango, un superlativo gioco d’avventura “noir“, inventando un nuovo engine chiamato in onore GrimE, per abolire il mouse e rendere il personaggio controllabile tramite tastiera e gamepad. Il quarto capitolo di Monkey Island, Fuga da Monkey Island, fu il secondo ed ultimo titolo della Lucas ad utilizzare GrimE. Gli Adventure Game Punta e Clicca si conclusero quindi nel 1997 con La Maledizione di Monkey Island.

Da Day of The Tentacle

~PRESENTE~

Tuttora la LucasArts continua a macinare il successo di Star Wars proponendo versioni diverse su ogni console. L’epoca dei Punta e Clicca colossali della LucasArts è finita da tempo. A volte mi sono trovato a parlare di Avventure Grafiche a persone più giovani di me di qualche anno; ho trovato veramente triste sapere che ormai l’ultimo Pro Evolution Soccer sia per loro il massimo insieme a giochi di wrestling e alcuni FPS. Dove sono finiti i giochi intelligenti di una volta? Quei giochi che stimolavano la creatività e ti divertivano così tanto da farti dimenticare tutti i tuoi problemi? Quei titoli che ti facevano sentire un principe quando li possedevi e ne parlavi agli amici?

Fortunatamente esiste un bagliore di luce: si tratta di un software Open Source (sempre sia lodato) multipiattaforma capace di farci rivivere tutti i giochi SCUMM e di presentarli per la prima volta agli ignari: si chiama ScummVM (SCUMM Virtual Machine). Perfino su Linux, PSP, Nintendo DS e Symbian è finalmente possibile rigiocare ai capolavori che hanno segnato la storia dei giochi d’Avventura, quei giochi che ancora adesso non direi mai caduti nell’obsolescenza. La freschezza delle avventure grafiche della LucasArts create dal 1993 in poi sembra esser rimasta tale da ormai 13 lunghissimi anni: capolavori come Day of the Tentacle, Full Throttle, The Dig, Sam & Max e Curse of Monkey Island sono ancora giocabilissimi. Nel 2002 l’azienda ha rilasciato un cd con le tracce musicali originali dei giochi più belli per festeggiare il 20° anniversario. Tim Schafer, adesso sviluppatore per la Double Fine Productions, ha realizzato un gioco di piattaforme per Xbox, PS2 e Windows chiamato Psychonauts (sulla copertina: “A psychic adventure from the mind of Tim Schafer“). Psychonauts è un gioco che si distingue da qualunque altro; chi non ha mai giocato a un titolo della Lucas ne verrà semplicemente rapito, mentre coloro che hanno giocato ad un’Avventura Grafica almeno una volta non potranno che ritrovare con immensa gioia gli elementi che hanno reso i Punta e Clicca indimenticabili, sebbene il genere di gioco sia totalmente diverso.

Psychonauts

Un gradevole ritorno è quello di Sam & Max, con i nuovi episodi della serie Sam & Max: Season 1 sviluppati dalla GameTap. La LucasArts possedeva solamente il gioco, i personaggi erano di Steve Purcell. Non so se fidarmi di questa nuova azienda, ma vedere Sam e Max risolvere nuovissimi casi in tre dimensioni mi alletta da morire. Peccato che il gioco sia ottenibile solamente registrandosi al sito e pagando all’incirca dieci dollari al mese.

Miracolosamente, dopo anni, vedo di nuovo dei Punta e Clicca che brillano grazie al touch screen del Nintendo DS. Sono giochi nuovissimi, ma non sviluppati dalla LucasArts. Il primo è Phoenix Wright: Ace Attorney (remake della serie Gyakuten Saiban uscita solo in giappone su GBA). Un’avventura mozzafiato da non farti mai staccare gli occhi dallo schermo. Con trama e colonna sonora particolarmente prelibate, vestirete i panni di un avvocato difensore che agirà anche da detective pur di dichiarare non colpevole l’imputato. Un titolo capace di farvi gridare “OBIEZIONE!” anche durante il sonno. Il secondo è Mystery Detective, conosciuto anche come Touch Detective, in uscita il 26 Gennaio. Adesso sarà già tra gli altri titoli nelle vetrine e potreste farci un serio pensierino… a meno che non attendiate il nuovo capitolo di Phoenix Wright: Justice for All.

Ace Attorney

Phoenix Wright: Ace Attorney Trailer

~FUTURO~

È naturale: il futuro non si può prevedere. Tuttavia voglio porre tutte le mie speranze in queste nuove Avventure Punta e Clicca e sperare che riscuotano così tanto successo da tirar fuori dalla tomba il genere che ho tanto imparato ad amare. Magari la Lucas ci farà un pensierino… Sarà che c’è poco da sperarci, ma anch’io ho firmato la petizione per far sviluppare il quinto capitolo di Monkey Island… A chiunque ami la serie prego vivamente di partecipare: ci vogliono solo 2 minuti per compilare il modulo. E magari, chi lo sa, verremo sorpresi da un nuovo capitolo della nostra amata serie prima che il Sole diventi una Supernova!

Thunder Teaser

Annunci

~ di Montblanc su gennaio 27, 2007.

18 Risposte to “Adventure Returns”

  1. Amico mio complimentoni!!! Bellisimo articolo, ne sono rimasto piacevolmente colpito e ora sono curioso din giocare a tutti i titoli di cui hai parlato… Ah se nn dovessi studiare!!! Cmq continua così. Davvero grande! Bangerag x Mimi

  2. Viva Monkey island!Ki non ci ha mai giocato nn può davvero capire le sensazioni, le emozoini, le risate e perkè no quella gran soddisfazione di aver trovato la soluzione con la propria testolina. Si tratta di un genere unico a cui sono affezionatissimo… TT ti sarò eternamente grato per aver proposto quest’aricolo e soprattutto per aver riacceso in me la speranza di poter ancora giocare alla grande. Qindi mi confermi che Psychonauts è disponibile per X-Box (nn la 360!) nn aspetterò oltre per andare a compralrlo

  3. W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!W MONKEY ISLAND!!!

  4. Non può che farmi immenso piacere sapere che avete apprezzato il mio articolo! Ci sto lavorando da una settimana, ci ho veramente messo tutto me stesso. Il mio obiettivo era quello di far sedere al trono ancora una volta questi splendidi giochi di avventura e di farvici avvicinare (e RIavvicinare)… sono entusiasta di esserci riuscito! 😉

  5. Ludovico anche io sono un fan di Guybrush,ma non ti sebra che hai esagerato? Bravo TT ke si è informato bell’articolo!!!

    Ma ricordatevi sempre del POLLO DIABLOOOOOOOOO!!!!!!!!!

  6. Nooooo… il Pollo Diablo NOOOOO!!! 😀 Chi è d’accordo con me che il Pollo Diablo esiste davvero? O_o

  7. esistono il patapollo e il diablo, ma su due pianeti diversi 😀

  8. Phoenix Wright ! lo voglio lo voglio lo voglio lo voglio lo voglio lo voglio lo voglio lo voglio lo voglio lo voglio lo voglio lo voglio lo voglio lo voglio lo voglio lo voglio

    (forse qualcuno me lo regalerà per natale)

  9. Te lo regalo io. tanto comunque non hai il gameBoy Advance 😛

  10. @ Charlie Brown 666: Shhhh, il Pollo Diablo potrebbe sentirti!!!

    @ Dr. Jackal: Quel qualcuno non sono io!!! 😛

    @ The Marius: Ehm… è per Nintendo DS!!! resta il fatto che non ha neanche quello…

  11. dho!

  12. Dopo il successo del pollo diablo vediamo se vi ricordate la prima cosa ke si trova nella cabina del capitano pirata a Monkye Island 4!

    ………… fate piano o potrebbe sentirci!

  13. Vediamo… era per caso grasso di pollo? O_o

  14. Dai una cosa ke ogni capitano ha: il manuale di”come far stare 15 uomini su una cassa da morto” Era ovvio

  15. Ahahah! Adesso ricordo!!! 😀 Ho giocato a Monkey 4 molto tempo fa, non vedo l’ora di rinfrescarmi la memoria!

  16. […] sentito parlare di Phoenix Wright? Non vi ricordate nemmeno di quando ve ne ho parlato in questo articolo? Ve lo spiego in poche parole, allora: Phoenix Wright è una serie di Adventure Game “Punta e […]

  17. […] a strisce di Steve Purcell ritornano ancora una volta con le loro avventure fuori dal comune. Dopo Sam & Max: Hit the Road, prodotto dalla LucasArts nel 1993, abbiamo visto i “poliziotti freelance” (così si […]

  18. I used to be suggested this web site by way of my cousin.
    I’m no longer sure whether or not this submit is written through him as no one else recognise such certain approximately my difficulty. You are wonderful! Thanks!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: