Benritrovati, Cyberlettori!

PippaMentis si appresta a cominciare la sua terza stagione, chi se lo aspettava! Un ringraziamento particolare va a chi ha permesso questa iniziativa, sto parlando di chi ha lavorato strenuamente per poter mandare avanti questa e-zine,  tutti i collaboratori che hanno fatto i salti mortali per mandare avanti un progetto che era un grosso punto interrogativo quando è cominciata la nostra avventura, nel gennaio 2006 e che poi hanno fatto di tutto per mantenere alto lo spirito della Pippa, nel buon nome della cultura, underground e non. Un ringraziamento particolare va ai nostri grandi lettori, quelli saltuari e quelli che ci seguono da sempre, quelli che commentano e scherzano con noi e quelli che ci leggono ma che per timidezza interagiscono poco.

Tante sono le novità della nuova edizione di PippaMentis, a cominciare dalla redazione: qualcuno è rimasto, qualcuno è andato via. Purtroppo qualche compagno di viaggio ha intrapreso una strada differente, lasciando un vuoto incolmabile non solo per noi che rimaniamo, ma soprattutto per voi lettori che avete visto crescere pian piano i nostri amici e le loro rubriche. Per fortuna siamo riusciti a rinfoltire le fila dei “pipparoli” con due new entry: si tratta di Davide “Dottor Key” Gambardella e Roberta “Blabla” Esposito. Entrambi dottori in Comunicazione, il primo è il bassista (e fondamentale elemento) degli hYdroniKa, la seconda è superappassionata di cinema. Ma non mettiamo limiti alla provvidenza nell’attesa che la redazione si allarghi. Proprio per questo motivo diamo l’opportunità ai lettori di partecipare attivamente alla vita redazionale della nostra e-zine.

Altra novità è la serie di strip che accompagnerà le nostre e le vostre domeniche. Dopo il successo di NERDS, accantoniamo per un po’ le colt di Cow-Girl per seguire le avventure cartacee di una piccola volpe bianca alle prese con le donne: 1001 modi per farsi dire si! Un po’ “back to the nerd” per lo stile “battuta fulminante”, così come lo è il nostro nuovo logo.

Avrete notato che graficamente ricorda molto (spudoratamente ispirato) il cavallo (o l’AT-AT) di battaglia di zio George Lucas, Star Wars. Un omaggio alle stelle e al futuro (già dal nostro “trailer” tratto da 2001 Odissea nello Spazio), un “ad majora” che auguriamo a tutti coloro a cui riusciamo ad arrivare. Una “rivoluzione” in senso molto largo, inteso all’apertura delle menti, ad un modo di Pippe di apertura e di Pace e non di regressione e odio. Così come Armstrong, in quella notte di luglio di quasi quarant’anni fa, rivoluzionò un mondo fatto di persone col fiato sospeso davanti al televisore, così noi, generazione cresciuta con l’orrore dell’11 settembre, ricalchiamo quella famosa frase pronunciata sulla Luna, riassumendo in poche semplici parole la nostra idea: un piccolo passo per un uomo, una grande Pippa per L’Umanità.

Buona Lettura,

the Marius


 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: